Torta primavera per "Al km 0"



19 aprile 2018

Buongiorno a tutti! Oggi Al km 0 è dedicato ai primi picnic: fino a qualche giorno fa non avrei proprio potuto pensare di andare a sedermi all'aperto a mangiare qualcosa, ma sembra che il tempo abbia messo giudizio e perciò eccoci con questa uscita!




Ecco cosa vi consigliamo per preparare il cestino 😎

La colazione è da Sabrina: mini pie alle fragole, cardamomo e cannella 
Il pranzo è qui: torta primavera 
La cena è da Simona: acciughe al bagnetto rosso 


La mia torta è un trionfo di verdure della riviera ligure, dei suoi gloriosi orti a balze, delle sue serre profumate, del lavoro amorevole dei nostri contadini. Sono stata in gita con una signora amica della mia mamma, ogni tanto andiamo al suo paese sulle colline fra Sestri Levante e Spezia: così, fra l'orto dei suoi parenti e il mercato, mi carico di cose buonissime. Spesso pulisco le verdure e le surgelo, così se anche il tempo non è buono, dal mio freezer esce la primavera!






TORTA PRIMAVERA   

250 g di farina integrale di farro
125 g di burro
80 g di acqua
1 mazzetto di barba di frate
2 cipollotti bianchi
1 mazzetto di asparagi selvatici
100 g di piselli
100 g di taccole
100 g di fagiolini
200 g di robiola
qualche foglia di basilico
olio EVO, sale

Impastate la farina con il burro, l’acqua e un pizzico di sale. Fasciate l’impasto nella pellicola e fatelo riposare per 30 minuti. Pulite tutte le verdure, tagliate gli asparagi a rondelle lasciando intatte le punte, sgranate i piselli, riducete le taccole a losanghe, spuntate i fagiolini e tagliateli a tronchetti, affettate i cipollotti. Scottate separatamente taccole, barba di frate e fagiolini in acqua bollente salata per 4-5 minuti. Rosolate il cipollotto con poco olio, quindi unite gli asparagi, le taccole e i fagiolini, bagnate con poca acqua e fate stufare. Dopo una decina di minuti unite i piselli e la barba di frate e portate quasi a cottura. Regolate il sale. In una terrina mescolate la robiola con il basilico tagliato a julienne e un pizzico di sale. Tirate la pasta e ricoprite la base di una tortiera da 24 cm di diametro risalendo sui bordi. Spalmate il formaggio sul fondo e ricoprite con le verdure. Cuocete a 180° per 30-35 minuti.


Buon proseguimento, torniamo il 10 maggio, per la Festa della Mamma.

Petto di pollo alla birra con broccoletti per il menù alla birra




18 aprile 2018


Dopo una domenica di tempo orribile, grigio che pareva novembre,  finalmente è comparso il sole. C'è proprio aria di primavera e spero che duri, altrimenti non farò in tempo ad "asciugarmi" 😄

Ma veniamo alla nostra rubrica IDEA MENU' che oggi vi suggerisce piatti cucinati con la birra. Personalmente amo molto la birra, mi piace scoprire sapore nuovi proposti dai piccoli birrifici che spuntano un po' ovunque; anche in Liguria ce ne sono e offrono prodotti davvero eccellenti.





L'antipasto è da Linda: focaccine alla birra con olive
Il primo è da Sabrina: risotto alla birra 
Il secondo è qui: petto di pollo alla birra con broccoletti
Il dolce è da Laura: guinness cake
La 5° portata è da Paola: crema spalmabile alla birra 






PETTO DI POLLO ALLA BIRRA CON BROCCOLETTI    

600 g di petto di pollo a fette
40 g di farina
30 g di burro
2 cucchiai d'olio
100 ml di birra rossa
150 g di cime di broccoletti
sale, pepe

Lessate le cime di broccoletto al dente in acqua bollente salata. Scolatele e tenetele da parte. Infarinate il petto di pollo e fatelo rosolare in una larga padella con il burro e l'olio. Bagnate con la birra e portate a cottura a fiamma bassa. Regolate il sale, quindi togliete la carne dal tegame e tenetela in caldo. Mettete i broccoletti nel tegame e fateli insaporire per qualche minuto. Servite dopo aver spolverato con il pepe.


Torniamo fra 15 giorni, un abbraccio a tutti!

Costolette con miele alle erbe e puré per LIGHT & TASTY




16 aprile 2018

Buongiorno a tutti, come ogni lunedì torna LIGHT & TASTY, che oggi è dedicato al miele. Questo prezioso dono delle api è ricco di zuccheri semplici, principalmente fruttosio, ma anche di minerali (ferro), vitamine e sostanze ad azione antibiotica e battericida. Facilmente assimilabile, il miele è utile come disintossicante, diuretico, decongestionante delle vie respiratorie ed è fonte di energia immediata per i muscoli. Ha elevato potere calorico (300 kcal/100g) ma per fortuna si consuma in piccole quantità!









COSTOLETTE D’AGNELLO CON MIELE ALLE ERBE AROMATICHE E PURE’ DI PATATE VIOLA   

1 kg di costolette d’agnello
erbe aromatiche a piacere (rosmarino, salvia, timo, maggiorana)
3 cucchiai di miele millefiori
1 spicchio d’aglio
500 g di patate viola
latte q.b.
olio, sale

Tritate le erbe aromatiche e mescolatele con il miele. Pelate le patate e lessatele in abbondante acqua salata. Poi schiacciatele e preparate il puré con il latte necessario. Fate colorire lo spicchio d’aglio in qualche cucchiaio d’olio, poi rosolate le costolette e fatele cuocere per 15 minuti, cospargetele con il miele aromatizzato e lasciatele insaporire qualche minuto. Servite subito con il puré di patate.




Torniamo lunedì prossimo, un abbraccio!

Focaccia con verdure e pinoli per Meat Free Contest




11 aprile 2018

Piove, sempre, comunque. Le mie piante stanno annegando sul terrazzo. Non ne posso più, dopo il freddo tutta quest'acqua mi fa stare veramente male. Ho bisogno di sole!
Che poi uno dice "ma pensi sempre alle vacanze". Datemi torto, per ora quel sole caldo e quei colori sono un'utopia.  



E quella è Saint Lunaire in Bretagna, ma non è che Genova piena di sole non faccia la sua figura. Guardatela, fotografata da un palazzo appena dietro casa mia.



Vabbè posto qualcosa. Una focaccia verdurosa come di sicuro piace alla mia cara CONSUELO, che ospita fino al 27 aprile il MEAT FREE CONTEST ideato da BARBARA.


 



FOCACCIA CROCCANTE CON ZUCCA POMODORINI CARCIOFI E PINOLI  

per la focaccia
400 g di farina 00 di media forza
5 g di lievito
1 cucchiaino di zucchero
olio EVO, sale
per la farcitura
200 g di pomodorini
1 fetta di zucca
1 carciofo
1 cucchiaio di pinoli
50 g di pecorino stagionato a scaglie

Versate la farina in una ciotola, formate una fontana, versatevi il lievito sciolto in 280 ml di acqua tiepida e mescolate brevemente con un cucchiaio. Coprite e lasciate lievitare per 15 minuti. Aggiungete quindi 1 cucchiaio d’olio, 1 pizzico di sale, lo zucchero, mescolate ancora con il cucchiaio, coprite e lasciate lievitare altri 30 minuti. Riprendete l’impasto, lavoratelo con le mani, ungetelo, rimettetelo nella ciotola coperto e fate lievitare per 2 ore. Stendete l’impasto in un testo di rame da 30 cm di diametro. Distribuitevi i pomodorini tagliati a metà, la zucca a fettine che avrete ammorbidito al MO, il carciofo pulito e affettato sottile e un pizzicone di sale. Cuocete a 200° per 15 minuti. Intanto scaldate 2 cucchiai d’olio con i pinoli, versate sulla focaccia, infornate ancora per qualche minuto, poi sfornate, completate con il pecorino e servite. 


Di solito posto una foto di una fetta di torta o pizza, ma quando ho messo in tavola questa focaccia è letteralmente sparita! Come si dice, speriamo che il Signore conservi la vista ai miei ospiti, perché l'appetito non gli difetta certo 😂
Baci a tutti!