Il menù d'inverno




9 dicembre 2016

Buongiorno a tutti, IDEA MENU' oggi è dedicato all'inverno, a piatti con prodotti tipici del momento e magari anche un po' calorici, del resto fa freddo e fa piacere provare ricette robuste e golose!




E allora accomodatevi alla nostra tavola

L'antipasto è da Linda: crostini integrali con caprì, salmone affumicato e dadolata di finocchio

Il primo è qui: pappardelle agrumate con la pescatrice  

Il secondo è da Consuelo: salmone selvaggio al vapore con cavoletti in agrodolce

Il dolce è da Manuela: hollandse stroopkoek, torta olandese allo sciroppo e birra 





PAPPARDELLE AGRUMATE CON LA PESCATRICE     

200 g di farina 00
100 g di farina di kamut
3 uova
300 g di pescatrice
100 g di mandorle pelate
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
1 pompelmo rosa
olio, sale

Impastate le farine con le uova e un pizzico di sale, fino ad avere un impasto morbido ed elastico. Fate riposare una quindicina di minuti avvolto nella pellicola, poi tirate la pasta e preparate le pappardelle. Lasciatele riposare su un vassoio infarinato, mentre preparate il sugo. Pelate a vivo l’arancia, ½ limone e ½ pompelmo, raccogliendo il succo. Spremete anche i mezzi agrumi rimasti. Mettete la polpa degli agrumi nel mixer insieme alle mandorle e alle scorze dell’arancia e del limone e iniziate a frullare aggiungendo l’olio a filo fino ad ottenere una crema fluida. In una larga padella scaldate qualche cucchiaio d’olio e fate rosolare la pescatrice tagliata a tocchetti, bagnate con il succo degli agrumi, salate e portate quasi a cottura. Il succo potrebbe non servire tutto, la pescatrice deve rimanere abbastanza asciutta. Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e padellatela nel sugo di pescatrice con il pesto, quindi servite.


Fra quindici giorni torniamo con qualche suggerimento per il Natale, se vi fa piacere non dimenticate l'appuntamento. Bacissimi 😉

LIGHT & TASTY: la melagrana




5 dicembre 2016

Buongiorno a tutti, oggi LIGHT & TASTY si colora del rosso della melagrana, inaugurando con questo bel frutto, il mese delle festività.

Il melograno è ricchissimo di antiossidanti, vitamina C (un solo melograno ne contiene quasi il 20% dell’intero fabbisogno giornalieri di un uomo adulto), vitamina K, vitamine del gruppo B, proteine e carboidrati. Il melograno inoltre è ricco di potassio, che aiuta a svolgere correttamente le funzioni cellulari. Questo frutto è anche ricco di altri minerali, tra cui ferro, calcio, magnesio, fosforo e, in misura minore, manganese e zinco. Il melograno ha poche calorie: circa 80 Kcal per 100 grammi di prodotto.

Leggi tutto su: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/proprieta-del-melograno/
Il melograno è ricchissimo di antiossidanti, vitamina C (un solo melograno ne contiene quasi il 20% dell’intero fabbisogno giornalieri di un uomo adulto), vitamina K, vitamine del gruppo B, proteine e carboidrati. Il melograno inoltre è ricco di potassio, che aiuta a svolgere correttamente le funzioni cellulari. Questo frutto è anche ricco di altri minerali, tra cui ferro, calcio, magnesio, fosforo e, in misura minore, manganese e zinco. Il melograno ha poche calorie: circa 80 Kcal per 100 grammi di prodotto.

Leggi tutto su: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/proprieta-del-melograno/
Già dal mese di ottobre la melagrana compare, armoniosa e invitante, nelle ceste dei fruttivendoli.  I suoi grani succosi, dal sapore asprigno, si possono trasformare in una gradevole bevanda dall'effetto antiossidante. Ricca di vitamine (A, C e gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), rinforza il sistema immunitario: per questo è auspicabile gustarne anche un paio al giorno in questo periodo, perché i suoi principi attivi ci preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile a quella di un vaccino. E al di là di questo, teniamola in casa per rallegrarci del suo colore e perché porta fortuna, simbolo da sempre di energia e vitalità!






Da oggi ci fa compagnia anche MILENA, con le sue preziosissime ricette, e allora ecco cosa vi suggeriamo:


Carla: petto di pollo alla melagrana




PETTO DI POLLO ALLA MELAGRANA    

500 g di petto di pollo tagliato a cubetti
1 melagrana
olio, sale, pepe nero
farina

Infarinate il petto di pollo, quindi fatelo rosolare nell’olio caldo. Quando sarà ben colorito, bagnate con il succo della melagrana, salate e portate a cottura. Quando sarà quasi pronto unite una manciata di chicchi, pepate e servite.


Al prossimo lunedì, buona settimana 💖

L'ITALIA NEL PIATTO: dicembre a tavola




2 dicembre 2016

Buongiorno a tutti. L'ITALIA NEL PIATTO oggi si dedica al mese delle feste e vi propone piatti regionali dedicati al Natale, alla Vigilia, a Capodanno e anche all'Immacolata.




Ecco cosa vi proponiamo.

Lombardia: cappone ripieno 
Friuli-Venezia Giulia: sope di Nadal 
Emilia Romagna: tortelli di Natale 
Liguria: ravioli di magro con pomodoro e basilico 
Calabria: nacatuli 
Sardegna: seadas 


Per la Liguria vi ho preparato i ravioli, sono imprescindibili: le feste qui si celebrano con quest'ottima pasta ripiena! Nella sua sfoglia sottile, racchiudiamo la carne, il pesce, le verdure e ci si sbizzarrisce con i sughi, che però devono restare semplici, non devono coprire affatto il gusto del ripieno, ma esaltarlo. Allora ecco i miei ravioli di magro con le verdure nel ripieno e un semplice sughetto di pomodoro come condimento.




RAVIOLI DI MAGRO CON POMODORO E BASILICO    

per la pasta
400 g di farina
2 uova
un poco di vino bianco
sale

per il ripieno
600 g fra borragini ed erbette
200 g di prescinseua
70 g di grana padano grattugiato
1 uovo
sale e pepe

per il sugo
450 g di conserva di pomodori
1 cipolla bionda
abbondante basilico fresco
1 pizzico di sale
olio evo


Fate la fontana con la farina, unite le uova e il vino necessario ad avere una pasta compatta e liscia. Lasciate riposare per 10-15 minuti in una ciotola a temperatura ambiente.
Pulite e lavate le borragini e le erbette, lessatele in poca acqua e strizzatele bene, tritatele finemente e unitele al resto degli ingredienti (grana, prescinseua, sale, pepe e uovo); mescolate molto bene in modo da rendere omogeneo il ripieno. Tirate la sfoglia e tagliatela in strisce. Disponete il ripieno e richiudete, quindi ritagliate dei quadrati di circa 5 cm di lato. Mentre i ravioli riposano sulla spianatoia infarinata preparate il sugo. Pulite la cipolla e tagliatela a dadini piccoli, fatele prendere colore in qualche cucchiaio d’olio, quindi unite la conserva e fate addensare, mescolando di tanto in tanto. Regolate il sale e aggiungete a fine cottura il basilico tritato grossolanamente al coltello. Lessate i ravioli in acqua bollente salata (bastano pochi minuti dopo che sono saliti "a galla"), condite con il sugo e servite.




Buone feste a tutti, cari amici, noi torniamo il 2 gennaio, un abbraccio festosissimo 💖🎅🎄